GIOVANI DELLA PACE – BUCAREST- BERGAMO : due Piazze per la Pace

Ve ne avevamo già parlato in questo articolo QUI, ed ora si è realizzato!

un collegamento tra Piazza Vittoria a Bucarest, e Piazza Vittorio Veneto a Bergamo

La città lombarda è stata “invasa” da tantissimi giovani e non, VENTIMILA persone, per l’appuntamento mondiale della pace, Per noi che eravamo in teatro nella capitale rumena, per le premiazioni finali, é stato molto emozionante vedersi grazie alla diretta che il Sermig, ente organizzatore, ha trasmesso sui social.

Noi dell’associazione Giovanidee abbiamo inviato loro, questo videomessaggio registrato durante la sfilata della mattina, e il pomeriggio è stato trasmesso in maxi schermo ad una platea gremita “di rappresentanti della pace“.

Siamo molto soddisfatti della connessione delle due associazioni, e ci auguriamo nuove collaborazioni, dato che si è allineati sugli stessi valori, e con gli stesi protagonisti… i giovani!

La Finale a Bucarest

E anche la 13° edizione di Giovanidee si è conclusa in festa!

La possiamo riassumere suddividendola in 3 momenti.

La prima da citare è sicuramente quella dell’accoglienza, con i professionalissimi ragazzi del liceo “SFANTUL IOSIF”, coordinati dalla direttrice Suor Elena ( che va anche ringraziata anche per essersi occupata di tutte le pratiche in loco). I “Local Friends” hanno riscosso un gran successo,sia per le visite guidate alla loro città, che per l’assistenza e la risposta ad ogni info, lasciando amicizie e bei ricordi.

Ma non si può citare la parola “accoglienza” senza nominare Padre Marius poiché il suo oratorio è diventato il nostro campo base. E qui vanno anche ringraziati i Ragazzi della scuola alberghiera dell’Engim, per averci sfamato avendo fatto proprio i miracoli, dato che loro erano in 8 e noi circa 300!

Il secondo momento è stato quello della manifestazione in piazza Vittoria. Luogo centrale della capitale, dove abbiamo allestito un palco, per dare il via ufficiale alla finale. La Fanfara dell’esercito rumeno, ha aperto il corteo e le delegazioni di studenti, hanno sfilato con colorate bandiere attraversando uno degli eleganti parchi cittadini.

Ma quella della fanfara, non è stata l’unica musica ad accompagnarci, ringraziamo il liceo musicale di Bucarest, e il Tenore Belga, che anche quest’anno ci ha incantato al suono dell’inno EUROPEO. A seguire le autorità si sono susseguite, portando i saluti, e augurando ai ragazzi un futuro pieno d’Europa!

La terza parte di questa finale si è svolta nel Teatro del Museo del Contadino.

Un pomeriggio intenso di interventi, tra gli ospiti, le opere presentate dai ragazzi… e una bella sorpresa.. curiosi? Cliccate QUI

Di supporto all’evento e sul palco per le premiazioni, ci sono stati anche gli alunni dell’istituto “G. Galli” che ringraziamo per la professionalità.

Volete sapere chi ha vinto e le motivazioni? cliccate QUI

Ci sarebbe ancora molto da raccontare su questa 3 giorni… vi invitiamo quindi a sfogliare QUI tutta la gallery, ad andare QUI sul nostro canale youtube per visionare i video, e anche su QUI su facebook trovate tante foto che abbiamo condiviso grazie ai contributi creati da alcune scuole che erano presenti e che ringraziamo!

Uniti alla Rete

Il network giovanidee per l’Europa, un anno dopo la sua ufficializzazione si allarga.

Nel Aprile 2018 durante la finale del concorso è stato siglato da varie scuole e dalla Provincia di Bergamo protocollo di adesione. Trascorso un anno, sempre sul palco davanti alla banda del liceo musicale di Bucarest e ancor prima dalla Fanfara dell’esercito rumeno, e alle bandiere colorate portate dagli studenti, il Protocollo è stato firmato dalla scuola d’italiano Aldo Moro e dal Liceo Greco Cattolico di Bucarest.

Rientrati in sede, anche il comune è entrato nella rete. Il Sindaco Gori, ha lodato l’attività e si è unito alla Provincia e all’università degli studi di Bergamo già firmatari.

Altra università che è nel network, è quella della Basilicata, che ha collaborato in occasione del meeting di Matera.

Come vedete oltre alle scuole ci sono tantissimi altri enti, come gli istituti Educativi, e la mission del 2019 è quella di espanderci e creare sempre più connessioni!

QUI potete trovare la tabella con le adesioni. Siamo a vs disposizione per favorire scambi, gemellaggi alleanze e quant’altro porti un reciproco benessere 😉

Viaggio in Sicilia – 21/23 ottobre

Ecco sul Palco dela finale di Bucarest padre Beniamino Sacco.

Lo avevamo conoscuito a novembre, al convegno a Bergamo, e già ci aveva convinto! Anche se la sua missione, non è convincere, ma convolgere, difatti gestisce Centro d’Accoglienza per migranti.

Come nella scorsa edizione è stato collegato al tema dell’ambiente, la visita alla foresta protetta dall’unesco in Polonia, (Qui l’articolo), anche quest’ anno abbiamo voluto connettere la tematica del concorso al premio.

Avevamo intuito che La Fondazione Il buon Samaritano, poteva essere un’ottima location per il viaggio dei finalisti, perchè vogliamo offrirvi, non una mera gita, ma un esperienza che vi rimarrà impressa. E quindi ci siamo rivolti a lui, che accoglie circa ottanta richiedenti asilo, e sta ultimando la costruzione di altri due spazi per l’ospitalità dei migranti, in particolare dei nuclei familiari e dei minori.

Vi invitiamo ad ascoltare una sua testimonianza o intervista su youtube, e di come questo centro sia fondamentale per il territorio.

Per questa valenza, diamo la possibilità anche ai non vincitori di unirsi e avere la possibilità di vivere 3 giorni ad alto valore umanistico.

Dal 21 al 23 saremo ospiti presso la sua struttura a Vittoria, in provincia di Ragusa.

Programma di massima:

21 arrivo Passeggiata liberty a Vittoria con guida. Festa di accoglienza serale all interno della struttura.

22 Pozzallo-Scicli porto, mostra foto d’ arte sugli sbarchi.

23 Passeggiata barocca a Ragusa Hybla. Partenza

Disponibilità dei posti limitata, se interessati ad unirvi, richiediamo di essere contattati al più presto.

seguiranno maggiori dettagli.