Leggi QUI il pdf dell’ articolo Visita delegazione Giovani idee a Vittoria (RG)

I membri dell’associazione Giovanidee, non vanno in vacanza, ad Agosto in Sicilia per stringere collaborazioni.

Ecco l’articolo uscito su < La Sicilia> 

Don Sacco e i migranti «Modello da studiare»

Per costruire in Europa ponti di
solidarietà e confronto servono
i giovani e le loro idee e servono
anche buoni maestri dentro e
fuori la scuola. È quanto sta accadendo
all’istituto Fermi di
Vittoria in collaborazione con
l’associazione Giovani idee di
Bergamo. “Lavoriamo in sinergia
da quasi un decennio” spie –
ga la docente di Lettere, Maria
Teresa Scavone svolgendo con
l’associazione il ruolo di mediazione
culturale. Una sinergia diventata
sempre più forte e significativa
sino a siglare a Kaposvar,
in Ungheria un accordo di
rete internazionale tra scuole
d’Europa sul tema della migrazione
da promuovere tra gli istituti
italiani e stranieri messi in
rete dall’ associazione.
“Giovani idee è l’evoluzione
nella continuità dell’associazione
Carlo Donat-Cattin di Bergamo
e Brescia che era nata nel
2003 per promuovere studi e ricerche
sulla storia del pensiero
sociale, politico ed economico
del nostro paese, con particolare
riguardo al movimento cattolico.
Tali studi e ricerche venivano
poi dibattuti in convegni,
organizzati a Saint Vincent che
negli anni ‘70 e ‘80 hanno costituito
un significativo appuntamento
nel dibattito politico italiano.
Dopo le prime dieci edizioni,
nel 2012 il “testimone”
dell’organizzazione è stato rilevato
dall’associazione Giovani
idee di Bergamo che organizza
convegni su temi epocali del dibattito
politico contemporaneo,
coinvolgendo le scuole superiori
di Italia e d’Europa.
Il progetto 2016-19 “Abitare
l’Europa”, in collegamento con i
temi del piano Junker, ha riguardato
finora il tema del Lavoto
(2016-17) e dell’Ambiente
( 2017-18). Per il 2018-19 il tema
di riferimento sarà la “Mi –
grazione”, per cui l’associazione
ha ritenuto opportuno invitare
al convegno che si terrà a
novembre a Bergamo, a cui parteciperanno
varie personalità
della politica e della cultura,
«padre Beniamino Sacco, un
pioniere dell’accoglienza e direttore
del centro Il Buon Samaritano»
precisa la docente referente
che ha accolto insieme la
preside del Fermi, Rosaria Costanzo
la delegazione che, guidata
dal presidente Giampiero
Benigni, è stata a Vittoria nei
giorni 27 e 28 agosto, per invitare
personalmente padre Beniamino
e per incontrarsi con le istituzioni
cittadine. La delegazione
bergamasca Insieme ai
docenti e alla dirigente scolastica
del Fermi è stata accolta a palazzo
Iacono con grande disponibilità
e sensibilità dal commissario
per poi recarsi al centro
“Il Buon Samaritano” allo
scopo di conoscere i luoghi di
accoglienza promossi da padre
Beniamino.
Il percorso si è infine concluso
con la visita dell’azienda agricola
annessa al centro e soprattutto
del grande complesso edilizio
realizzato da Beniamino
Sacco in contrada Fossa di Lupo,
futuro centro giovanile di incontro
e scambi interculturali
per giovani di tutta Europa che
sarà inaugurato entro il 2018.
D