Progetto Europeans

Che cosa hanno in comune un’atleta olimpica, uno chef stellato, un pensionato e una studentessa? Sono alcuni dei protagonisti di Europeans, la nuova iniziativa della Rappresentanza a Milano della Commissione europea.

A latere dei lavori del Convegno di novembre ,la Rappresentanza di Milano della Commissione Europea, ha proposto di registrare alcune interviste agli studenti italiani ed esteri presenti al Convegno e di utilizzarle nell’ambito del progetto. Le interviste sono state realizzate e registrate nel chiostro grande del Complesso di Sant-Agostino dell’Università di Bergamo.

La stessa Rappresentanza ha autorizzato la proiezione, durante il Convegno, di video interviste narranti, attraverso piccole grandi storie, cio’ che di positivo l’Europa ha rappresentato per i propri cittadini, video che rientrano nella campagna promossa dall’Europa contro la disinformazione le c.d. “Fake news” .


Con brevi video, 12 cittadini europei raccontano l’Europa secondo la propria visione e la propria esperienza. Sono 12 testimonianze che compongono il mosaico dell’Europa vicina ai cittadini e che crea opportunità concrete.

“Abbiamo voluto che Europeans fosse un racconto a più voci per descrivere l’Europa vista e vissuta nel quotidiano. Abbiamo chiesto a volti noti, a studenti e a semplici cittadini di descrivere la loro Europa attraverso emozioni, esperienze e idee per il futuro”, ha spiegato Massimo Gaudina, Capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea.

Il racconto di Europeans è iniziato questa settimana con la testimonianza di Agnese, una giovane studentessa di Vittoria (Ragusa), partecipante del concorso Giovanidee, e si arricchirà ogni settimana di nuovi video. Il 16 e 17 novembre, durante il convegno svolto dall’associazione Giovanidee a Bergamo, la Rappresentanza di Milano della Commissione Europea ha proposto di registrare alcune interviste agli studenti italiani ed esteri e di utilizzarle nell’ambito del progetto. Le interviste sono state registrate nel Chiostro di Sant’Agostino dell’Università di Bergamo. La stessa Rappresentanza ha autorizzato la proiezione, durante il Convegno, di video interviste narranti, attraverso piccole grandi storie, ciò che di positivo l’Europa ha rappresentato per i propri cittadini, video che rientrano nella campagna promossa dall’Europa contro la disinformazione le cosiddette “Fake news”.

Tra i testimonial ci saranno anche lo chef stellato Luca Marchini, la scienziata Elena Cattaneo, l’olimpionica Manuela di Centa e il pallavolista Daniele Mazzone. Tutti i video, realizzati in collaborazione con Giornalisti Digitali, saranno disponibili sui canali Facebook, Twitter, Instagram e YouTube all’account @europainitalia.